AUTORI/DOCENTI/TESTIMONI

[in ordine temporale]

ALICE DAL GOBBO è Assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università di Trento. Scrive per diverse testate impegnate su temi di giustizia climatica, critica alla transizione ecologica e allo sviluppo sostenibile, su questioni di genere e nuovi colonialismi, come GlobalProject ed Effimera.

DARIO ZAMPIERI è professore di Geologia strutturale e Rilevamento geologico all’Uni­versità degli Studi di Padova. È autore di numerose pubblicazioni su idrogeologia carsica, cartografia geologica, tettonica fragile, frane in roccia, geotermalismo, geodinamica della placca Adria, evoluzione geologica delle Alpi Meridionali. Sensibile ai temi della difesa del territorio dove vive, è in prima linea su molte questioni territoriali del Veneto, tra cui la Superstrada Pedemontana Veneta, il prolungamento della Valdastico Nord A31, il disastro ambientale PFAS che ha colpito le province di Verona, Vicenza, Padova, Venezia. Sui temi di questa “consegna” ha scritto recentemente Una valle nell’Antropocene e fa parte del Comitato di Redazione Interdisciplinare di PFAS.land – Informazione e azione contro i crimini ambientali e l’ingiustizia sociale, oltre che essere Presidente di ASPO-Italia.

PAOLO CACCIARI è giornalista, attivista e lucido pensatore sui temi cruciali per i movimenti sociali e ambientalisti, oltre che riferimento nazionale sul tema della decrescita. Eletto Deputato nella XV legislatura, negli anni 2000 è stato a più riprese amministratore, assessore e vice-sindaco del Comune di Venezia. Collabora con diverse testate come Comune-info.net e Altreconomia. È autore di numerosi saggi sui temi dell’economia solidale, tra cui “Decrescita o barbarie” (Carta e Intra Moenia, 2006), “Viaggio nell’Italia dei beni comuni” (Marotta & Cafiero, 2012), “Vie di fuga” (Marotta & Cafiero, 2014), “101 piccole rivoluzioni” (Altreconomia, 2017), “L’Economia trasformativa“ (Altreconomia, 2020), “Transizione Ecologiche” (Altreconomia, 2021), oltre a “Ombre verdi” (Altreconomia, 2020), tema di questa Consegna.

ALBERTO PERUFFO è attivista politico nei territori contaminati dove vive, oltre che regista culturale, editore e libraio di ricerca, dedito all’esplorazione geografica e culturale delle zone critiche e marginali, in particolare di montagna. Pioniere delle scritture digitali condivise, studioso di teorie e pratiche della politica, è stato fin da giovanissimo in prima linea sui grandi conflitti territoriali e culturali della sua terra, il mitico Nordest. Regione iperproduttiva ma anche epicentro di derive identitarie e di economie di morte. È autore del libro Non torneranno i prati e fondatore/curatore del Laboratorio Politico di Ecologia e del gruppo di lavoro PFAS.land contro i crimini ambientali. Laureatosi a Padova tra le facoltà di Filosofia e Biologia negli anni 90, con un percorso sperimentale interfacoltà, segue attualmente i lavori teorici dell’Institute for Social Ecology, Vermont USA, fondato da Murray Bookchin. Ha partecipato, diretto e ideato molte operazioni artistiche, curatele, azioni, confluite negli archivi di Casa di Cultura C e NCPP.

PAOLA PERESIN è biologa, lavora con Enti Locali e Università su aree afferenti alla Conservazione della Natura. Coordina i lavori di Habitatonline, spazio di ricerca e raccolta articoli nato con lo scopo di trattare temi che riguardano la biologia della conservazione, branca della biologia che studia scientificamente i fenomeni che influiscono sulla perdita, sul mantenimento e sul ripristino della biodiversità.

//

Curatori del Laboratorio: Alberto Peruffo, Enrico Marchesini, Flavio Foralosso.